Mente subconscia e amore

Ti piace amare il tuo altro significativo? Apparentemente paradossalmente, per molte persone l'amore è una fonte di dolore piuttosto che di beatitudine. Non c'è nessun'altra relazione adulta in cui il profondità e forza dei nostri bisogni, impronte e credenze dell'infanzia diventano così evidenti e così forti, così persistenti e così travolgenti, così resistenti sia alla forza di volontà che al punto di vista razionale.

La spiegazione sta nel capire che gran parte di ciò che chiamiamo sentimenti d'amore non è altro che l'affiorare dei ricordi più profondi e più antichi che sono alla base di conflitti interiori irrisolti. Attraversiamo la nostra vita costantemente cercando la risoluzione di questi conflittianche se inconsciamente.

Forse riconoscerete che ci sono particolari tipi di personalità e comportamenti da cui vi sentite attratti, anche se sono problematici. Forse le circostanze esterne e il comportamento non saranno ovviamente simili tra i tuoi diversi partner nel corso della vita, ma puoi riconoscere il schemi che si ripetono nel modo in cui ti senti dentro e nel modo in cui la relazione si sviluppa. Le relazioni amorose sono i principali fattori scatenanti dei nostri modelli tossici, così come la più importante opportunità di guarigione.

 

Fattori scatenanti malsani per l'innamoramento

Nell'esperienza che chiamiamo amore (o, più precisamente, infatuazione), il nostro sano godimento e apprezzamento dell'altro essere umano si mescola a transfert e legami. Di solito ci sono tre tipi comuni di obbligazioni malsane.

Prima sono il nostro speranze e bisogni subconsci dell'infanziaIl che può renderci inclini a idealizzare l'altra persona, proprio come abbiamo idealizzato i nostri genitori quando eravamo piccoli, sperando in relazioni felici e calde che ci avrebbero dato sicurezza, protezione e un senso di autostima. Ricorda i sentimenti di speranza ed euforia nelle prime fasi dell'infatuazione; la sensazione irrazionale di aver finalmente trovato la persona che può soddisfare i tuoi bisogni più profondi e farti sentire accettato, amato e prezioso. Se esplorate quali dettagli nell'aspetto e nel comportamento dell'altro hanno scatenato quel diluvio di emozioni, potreste essere in grado di riconoscere un modello e forse collegarlo ai ricordi dei vostri primi anni.

Il secondo modo di legarsi è attraverso cercando di guarire le nostre convinzioni tossiche e dolorose su noi stessi, mentre cercando di guadagnarsi l'amore in circostanze simili in cui sono state create quelle credenze. Inconsciamente, siamo attratti da un'atmosfera simile a quella che i nostri genitori hanno creato nella nostra prima famiglia, le cui conseguenze non sono mai state completamente risolte nella nostra mente subconscia. Il bambino che è in noi spera di risolvere la confusione e i conflitti interiori del passato, cercando una persona da amare che sostituisca i genitori.

Così come, nei primi anni, ci giudicavamo in base alle reazioni del nostro ambiente, allo stesso modo di un il bambino è sensibile ad ogni segnale dei genitoriCercando di capire ciò che è accettabile e atteso, adattandosi ad aspettative anche dolorose e confuse, è così che spesso ci sentiamo nelle fasi iniziali, e a volte anche successive, dell'infatuazione.

Si possono vedere molte persone che sono altrimenti intelligenti, sicure di sé e in grado di riconoscere un comportamento malsano e squilibrato, diventare improvvisamente consapevoli di ogni loro parola o mossa, cercando ansiosamente di anticipare i sentimenti e le aspettative di una singola altra persona, iniziando a sentire come il loro valore umano, la realizzazione e la felicità futura dipendano da una persona che non conoscono nemmeno abbastanza bene.

Ricordate i sentimenti di confusione irrazionale, il dolore e la revisione del vostro comportamento a causa di qualche piccolo dettaglio che il vostro amato ha detto o fatto, e avrete l'idea di come vi sentivate da bambini in relazione ai vostri genitori. Non sto dicendo che i bambini si sentono sempre così - alcuni bambini sono naturalmente più sensibili di altri, anche - ma tenete a mente che c'è una fonte di tutte le vostre emozioni, e la fonte di molte emozioni che non sembrano avere senso è nei nostri primi anni di vita.

Molte volte non possiamo riconoscere o ricordare quanto eravamo sensibili da bambini al comportamento dei nostri genitori, quanto eravamo dipendenti da loro, quanto avevamo bisogno del loro amore, approvazione e accettazione. Questi sentimenti sono normalmente dimenticati da tempo, perché avvenivano in un'epoca in cui l'identità individuale, la memoria cosciente e la consapevolezza, per non parlare del pensiero razionale, non erano ancora sviluppati.

Più cresciamo, più la nostra percezione del mondo (si spera) è realistica, quindi è più difficile essere sopraffatti da speranze e aspettative esagerate in età adulta che, per esempio, nell'adolescenza. Tuttavia, nelle giuste circostanze, se i giusti fattori scatenanti si riuniscono in una persona, le parti infantili di noi si risvegliano rapidamente e anche le persone mature possono ritrovarsi travolte da emozioni dimenticate da tempo.

Il terzo tipo di legame è essere attratti da comportamenti e atmosfere emotive che abbiamo imparato ad accettare come normali e persino "amorevoli" nella nostra prima famiglia, anche se doloroso. L'esempio più ovvio sono le relazioni abusive. Le persone che entrano ripetutamente in relazioni abusive, spesso dicono che percepiscono le persone e le relazioni sane come non passionali, non abbastanza amorevoli, persino noiose. Si riduce a ciò con cui ci sentiamo "a casa".

 

Come le nostre menti coscienti vengono imbrogliate 

Alcuni bambini, a seconda della loro costituzione e del loro temperamento, all'interno di un particolare tipo di famiglia - spesso circondata da violenza e ingiustizia eccezionali e disinibite, ma avendo comunque intorno altre persone che sono modelli di comportamento sano e amorevole - potrebbero essere in grado di riconoscere abbastanza presto che il comportamento violento non è un modo strano di amare, o qualcosa che può essere giustificato con il fare del bambino. Queste persone potrebbero iniziare la loro ricerca di un partner con una forte decisione di trovare una persona più sana e più matura dei genitori, e possono avere successo in una certa misura. Ancora, modelli creati nella prima età, prima che il bambino fosse in grado di sviluppare una tale prospettiva, o anche di sentire un'identità separata dai genitori, sarà ancora lì, anche se forse mostrandosi in modi molto sottili.

Un esempio è Cherry, che è cresciuta in una famiglia piuttosto malsana, ma con una forte decisione di scegliere un partner diverso da suo padre aggressivo, manipolatore e dalla mentalità ristretta. Ha scelto un uomo che sembrava calmo, gentile, responsabile e premuroso. Ma con gli anni di matrimonio, dopo che la relazione si stabilizzò in una routine, divenne sempre più evidente che l'aspetto gentile e sensibile del marito nascondeva un insieme di emozioni represse basate su profondi sensi di colpa e vergogna dell'infanzia.

A causa di quei sentimenti, suo marito divenne lentamente sempre più ritirato emotivamente, incapace di godere dell'intimità o di una comunicazione chiara, e mostrando aggressività passiva in situazioni di conflitto o incomprensione. Così Cherry, anche se era in grado di riconoscere ed evitare una relazione apertamente abusiva, alla fine dovette ammettere a se stessa che era attratta da una relazione che rifletteva i suoi sentimenti dell'infanzia, anche se in modo sottile: la sua solitudine e la sensazione di essere sottovalutata e non accettata, la mancanza di intimità e calore.

Proprio come Cherry, molte persone ci hanno detto che non riuscivano a riconoscere le somiglianze dei loro partner con i loro genitori, non solo all'inizio della relazione, ma anche durante i primi anni. Alcune persone possono controllare e sopprimere i loro modelli malsani per molto tempo... il tempo necessario perché una relazione entri nella routine, nello stress quotidiano, nella comunicazione disattenta e nel darsi l'un l'altro per scontato. Ma una volta che questi modelli emergono, possiamo, quasi senza eccezione, riconoscere i tipi di comportamento che ci hanno ferito nell'infanzia.

"I miei genitori mi hanno viziato e mi hanno dato tutto quello che volevo. Non riesco a capire come la mia partnership (dolorosa e abusiva) possa avere qualcosa a che fare con loro. (...) Ricordo di aver detto al mio compagno: "Le uniche persone che mi hanno fatto così male siete stati tu e mio padre!
(Citazione di un cliente)

Sembra che tutti noi portiamo una profonda sensibilità inconscia per segnali sottili, quasi invisibili, che innescano sentimenti di familiarità e l'intimità... anche se tutti i segnali esterni, più visibili, indicano il contrario. Questa è probabilmente la causa del fatto che, tra le tante persone che incontriamo, solo raramente qualcuno scatena un intenso sentimento di infatuazione.

Solo raramente c'è un combinazione delle qualità del potenziale partner che consapevolmente desideriamo e apprezziamo, comportamenti che innescano la speranza che i nostri desideri più profondi possano essere soddisfatti, uniti a minuscoli e quasi invisibili segnali che alcuni modelli complementari ai nostri possono innescare l'emergere di ricordi spiacevoli. Questa è la combinazione che scatena la più potente infatuazione e ossessione per l'altra persona.

 

Come il nostro ambiente ci ha plasmato

Ci sono tre modi fondamentali in cui creiamo modelli emotivi e credenze che modellano le nostre relazioni:

1) esperienza personale con i genitoriSe i genitori ci trattano con amore e sano apprezzamento, o in modo controllante, umiliante e aggressivo, sarà il comportamento che diventerà naturale e previsto a noi, e probabilmente inizieremo a associarlo all'amore. Da piccoli, ci creiamo anche l'impressione che sia quello che ci meritiamo. Se un genitore si comporta come una vittima, bisognoso o dipendente (ad esempio le dipendenze), potremmo sviluppare un profondo desiderio di aiutarlo e quindi meritare amore. In questo caso, anche da adulti, saremo ancora attratti da persone che sembrano aver bisogno di aiuto e simpatia. Una grande parte delle nostre relazioni intime potrebbe essere descritta come subliminale tentativi di guadagnarsi l'amore in circostanze simili a quando ne avevamo più bisogno - nella prima infanzia.


2. modellare e identificarsi con il comportamento dei genitori e stile di vita. I bambini imparano attraverso l'identificazione con i genitori, assumendo i loro ruoli di genere, comportamenti, credenze e pregiudizi. Tutto ciò diventa particolarmente evidente nelle nostre relazioni intime.

3. Rapporto tra i genitori. Il modo in cui i genitori trattarsi l'un l'altro e comunicano tra loro, le parole e gli idiomi che usano, il modo in cui si dividono (o non si dividono) il lavoro e le responsabilità... più siamo giovani, più è probabile che lo accettiamo come normale. Nelle nostre incomprensioni e conflitti con i nostri partner, è facile ripetere automaticamente il comportamento dei nostri genitori e creare così un'atmosfera simile a quella della nostra prima famiglia. Potremmo essere così convinti che tale comportamento sia normale, che potremmo anche non provare a mettere in discussione o analizzare il nostro comportamento.

Un comune esempio di modelli complementari è un uomo emotivamente chiuso e freddo e una donna emotivamente affamata ed esigente. Questo si basa in parte sulle differenze di genere, ma i modelli familiari malsani sono di fondamentale importanza. Più comunemente, un uomo così chiuso è cresciuto con una madre insistente o bisognosa, sia che lo controllasse o che giocasse a fare la vittima. Ha sviluppato freddezza e ritiro come difesa, spesso seguendo il modello di un padre emotivamente distante. A volte entrambi i genitori potrebbero essere bisognosi, o i ruoli potrebbero essere invertiti. La partner femminile in questo caso molto probabilmente ha sperimentato la crescita con un genitore freddo che la ignorava, spesso ma non sempre il padre. Cercando di avvicinarsi a lui e conquistare la sua attenzione, ha imparato a usare diversi approcci: cercare di compiacerlo, piangere, rabbia o lamentele, a volte manipolazione e giocare a fare la vittima -. qualsiasi cosa abbia funzionato meglio o qualsiasi cosa abbia osservato da sua madre, per esempio.

Un partner ritirato e distante scatenerà ricordi ed emozioni legate al padre in una donna del genere: l'abbandono, la negligenza, il sentirsi indegna. Lei allora automaticamente cerca di usare le sue reazioni infantiliPrima in modo lieve, poi più intenso. I ricordi del suo partner si innescano immediatamente: la sensazione che i suoi confini siano minacciati, che sia usato e manipolato e che non abbia dove nascondersi... se non dentro di sé. Aggiungete a ciò una comunicazione di bassa qualità da parte di entrambi i partner, appresa anche nelle loro famiglie... e si innesca un circolo vizioso che crea sempre più stress, delusione, rabbia e risentimento. Allo stesso tempo, questi partner sperano che l'altro cambi, e provano sentimenti infantili di essere intrappolati, così come la paura di abbandonare ogni speranza d'amore se la relazione è finita.

Purtroppo, la maggior parte delle coppie inizia a cercare aiuto solo dopo che la loro fiducia reciproca è profondamente danneggiata e la motivazione quasi esaurita. Allora anche piccoli dettagli nel comportamento del partner ricordano all'altro partner tutta la frustrazione e il risentimento del passato. Ricominciare di nuovo, esercitarsi a notare e correggere le emozioni e la comunicazione malsane insieme, potrebbe essere estremamente difficile se i partner non hanno più la pazienza di permettersi di ripetere occasionalmente i vecchi errori, mentre imparano a comunicare in modi nuovi e non familiari.


Alcuni altri esempi di legami basati su emozioni infantili:

1. Una donna attratta da un uomo dominatore e controllante, che percepisce come forte, deciso e sicuro di sé, proprio come percepiva suo padre che agiva in modo simile. Come faceva da bambina, inizia a sperare di vincere e "guadagnare" la sua attenzione e approvazione, diventando legati da quella speranza. L'uomo forse ha avuto una madre infantile o debole, e ha imparato a percepire tutte le donne come tali, probabilmente seguendo il modello di suo padre. Allo stesso tempo, potrebbe provare una profonda attrazione basata sulla speranza inconscia che la donna importante finalmente cambierà, si prenderà la responsabilità e comincerà a dargli il tipo di amore e approvazione che voleva veramente.

2.   Una donna attratta da ambivalente, imprevedibile uomini che si comportano in modo gentile e caloroso in un momento, per poi trasformarsi in aggressivi e arroganti in quello successivo. Il loro comportamento sgradevole le ricorda la sua sensazione infantile di non essere degna, ma poi lei desidera ancora di più il conforto e il sostegno che sente nei momenti di comportamento piacevole e caldo dell'uomo. L'uomo è probabile che porti con sé un profondo conflitto interiore tra diverse parti della sua personalità e meccanismi di difesa. Per esempio, il conflitto tra i suoi sani e caldi sentimenti e la rabbia e il risentimento verso i genitori, o forse ha dovuto agire un ruolo di fronte al padre, un altro di fronte alla madre. Un tale conflitto non può essere risolto con la razionalizzazione, la forza di volontà o le relazioni esterne.

3.  Un uomo pieno di senso di colpa e dubbi su se stessi, che entra in una relazione o addirittura nel matrimonio soprattutto per evitare di ferire la donna. Naturalmente, tali decisioni lo fanno sentire ancora più legato dal senso di colpa e dal risentimento represso, invece che dall'amore. Potrebbe sperare nella risoluzione e nel perdono. Potrebbe innamorarsi di un'altra donna, che scatenerà le sue speranze di amore e beatitudine, ma si sentirà troppo colpevole per lasciare l'attuale partner. La sua compagna potrebbe essere controllante e manipolatrice, per la conclusione infantile che non può guadagnare o ricevere amore, ma deve controllare le persone per ricevere almeno qualche tipo di attenzione.

 

Tutti quelli che si sono innamorati, hanno avuto la possibilità di sperimentare fino a che punto le emozioni dell'infanzia sono profonde e travolgenti, fino a che punto eludono tutti gli argomenti e le decisioni razionali. Se ora vi trovate in una relazione di questo tipo, avete l'occasione perfetta per riconoscere come ti sentivi da bambino e cosa ti porti ancora dentro. Un'occasione, anche, per cambiare quei sentimenti, principalmente attraverso la guarigione del tuo bambino interiore, esercitando l'auto-amore e imparando la comunicazione di qualità. A condizione di non essere abusatoSe non è così, sarebbe meglio non forzarsi a terminare la relazione solo con una decisione razionale.

Se finisci la relazione senza aver prima risolto i tuoi schemi emotivi, è molto probabile che ripetere modelli simili nelle tue relazioni future. Concentratevi invece sul lavoro con le vostre emozioni e il vostro bambino interiore, fino a quando non sentirete diminuire l'attrazione per la partnership malsana, in modo da poter terminare la relazione senza forti emozioni e conflitti interiori. O forse noterete che, quanto più sano e maturo diventerà il vostro comportamento, tanto più il vostro partner cambierà in modo simile.

 

Articoli correlati:

La sofferenza in amore

Autostima e relazioni amorose

 

Tutti gli articoli 

Coaching online 

"Finché non rendi cosciente l'inconscio, esso dirigerà la tua vita e la chiamerai destino".

- C.G.Jung

Kosjenka Muk

Sono un formatore di Coaching Sistemico Integrativo e un insegnante di educazione speciale. Ho tenuto workshop e conferenze in 10 paesi e ho aiutato centinaia di persone in più di 20 paesi nei 5 continenti (on e offline) a trovare soluzioni per i loro modelli emotivi. Ho scritto il libro “La maturità emotiva nella vita di tutti i giorni” e una serie di libri di lavoro correlati.

Qualche persona mi chiede se faccio anche lavori sul corpo come il massaggio – purtroppo, l’unico tipo di massaggio che posso fare è strofinare il sale nelle ferite. 😉

Solo scherzando, in realtà sono molto gentile. La maggior parte delle volte.

nuovi posti

seguici su facebook

Diventa un Allenatore Sistemico Integrativo

La formazione di Coaching Sistemico Integrativo permette di aiutare gli altri a risolvere i loro modelli relazionali ed emotivi, liberando le credenze limitanti e integrando le qualità perdute e l'identità perduta.

Coaching online per singoli e coppie

Il Coaching Sistemico Integrativo può aiutarvi in diversi ambiti della vita in cui vi sentite bloccati, provate emozioni spiacevoli e auto-sabotaggio.

contatto

info@mentor-coach.eu

+385 98 9205 935
kosjenka.muk
© 2022
Coaching sistemico integrativo
Sito web sviluppato Danijel Balaban - Web Development Agency & Design Company
it_ITItaliano

Appy per diventare un trainer

Diventa un Allenatore Sistemico Integrativo

La formazione di Coaching Sistemico Integrativo permette di aiutare gli altri a risolvere i loro modelli relazionali ed emotivi, liberando le credenze limitanti e integrando le qualità perdute e l’identità perduta.