Bambini e specchietti

Gli esseri umani sono capaci di emozioni meravigliose, profonde e sofisticate, che ispirano e appassionano amore e gioia. Tuttavia, è spesso difficile rimanere in contatto con queste emozioni per lunghi periodi di tempo.

I bambini piccoli sperimentano il riflesso di se stessi e del loro comportamento solo attraverso il feedback delle loro famiglie. Il feedback emotivo di altre persone permette loro di entrare in contatto con le proprie emozioni. Se le persone intorno a un bambino non possono vedere, riconoscere e apprezzare il suo vero essere, quel bambino non ha le basi per farlo da solo. Così, a poco a poco, perderanno il contatto con il loro vero sé, anche se non subiranno alcun trauma evidente o grave. Allo stesso modo, come i muscoli si atrofizzano se non vengono utilizzati, il nostro senso di sé può anche "atrofizzare".. Questa non è però l'espressione migliore - chi siamo non possiamo veramente atrofizzare - ma se perdiamo la nostra capacità di essere consapevoli ed esprimere le nostre oneste emozioni, le conseguenze possono apparire in questo modo.

Quando lavoriamo con i clienti, spesso esploriamo con quali parti di loro stessi hanno perso il contatto. Di solito, questi sono gli aspetti più dolci e caldi di sé, le parti che hanno più fiducia nel mondo e in noi stessi.

Se si esamina cosa fa più male quando ti sentirai sminuito e criticato, probabilmente sentirai che il tuo vero essere viene ignorato e non presi in considerazione, mentre alcune parti non importanti del vostro comportamento vengono interpretate in modo arbitrario.

 


Regressione dell'età

Tutti noi sembriamo avere parti di personalità infantileche, sulla base delle esperienze precedenti, possono farci sentire rifiutati e non apprezzati anche in situazioni in cui questo non è realistico: per esempio quando si loda qualcun altro; o quando ci viene chiesto di fare qualcosa che non ci fa sentire a nostro agio; o quando sentiamo un'opinione diversa dalla nostra. Anche situazioni così benigne possono scatenare emozioni infantili. Ci si sente peggio quando qualcuno agisce con assoluta arroganza e mancanza di rispetto. In questi momenti può essere molto difficile rimanere adulti e non rispondere in modo simile, cioè perdere di vista il vero essere dell'altro.

Non sempre è necessario un innesco specifico per stimolare sentimenti di rifiuto. Un ambiente privo di consapevolezza emotiva può essere sufficiente. Il solo contatto con persone che non riescono a vedere e ad apprezzare veramente se stesse e gli altri può indebolire la consapevolezza di sé in un bambino piccolo e incoraggiarlo a diventare una persona simile.

Quando si cammina in una città, è possibile far rivivere ripetutamente quell'esperienza e quell'atmosfera sgradevole. Si incontrano persone, anche bambini, i cui volti vuoti, freddi o addirittura sprezzanti possono motivare a chiudere. In modo sottile, ognuno di questi incontri, anche se non li noti individualmente, è una conferma delle tue prime esperienze. Se inespresse, la nostra vera natura e i sentimenti più profondi possono essere dimenticati.

 


Apprezzamento e compassione

Tutti noi abbiamo le nostre battaglie di vita e a volte possiamo sentire che nessuno le vede o le apprezza. A volte è vero. D'altra parte, quanto spesso notiamo e apprezziamo gli sforzi degli altri? Molto raramente. Aspettarselo da noi stessi e dagli altri non è realistico in questa società, perché poche persone imparano a farlo.

Immaginate di vivere tra persone che vi vedono e vi accettano veramente, anche se non siete perfetti. Come ti sentiresti se fossi in grado di accettare le altre persone allo stesso modo?

Non è realistico aspettarsi che noi o altri possiamo farlo solo sulla base delle nostre menti razionali. Ci piace pensare che gli altri dovrebbe Prendere in considerazione molte cose, ma non è così facile. Ci vuole tempo per noi e per gli altri per guarire.

Non possiamo vedere e apprezzare gli altri se rifiutiamo parti di noi stessi. Noto che a volte, quando mi sforzo di capire gli altri, una parte di me si chiede: "E io? A volte sento una paura irrazionale che se rispetto veramente gli altri, devo rifiutare me stesso o accettare un comportamento inappropriato. Queste paure infantili non sono in linea con la realtà - ma non dobbiamo nemmeno ignorarle. Dovremmo riconoscere che esistono e lavorare con loro attraverso la gentilezza.

 


Meccanismi di difesa

A volte si potrebbe voler agire più maturi di altre persone, in modo da poter sentirsi superiore. Questo non risolve i problemi, li copre soltanto.

Anche quando sentiamo che qualcuno vede o accetta veramente i nostri sentimenti più profondi, possiamo dubitare della loro sincerità, o se meritiamo tale accettazione. Potremmo anche sospettare di essere stati manipolati, se abbiamo spesso sperimentato di essere stati manipolati o sfruttati emotivamente.

Un ostacolo comune nello sviluppo personale è che questo tipo di dissociazione è così normale che non ce ne accorgiamo quasi più. A volte, per un attimo, possiamo renderci conto di questo problema, ma quando la crisi è finita ricadremo facilmente in un atteggiamento "potrebbe essere peggiore". Perché no".potrebbe essere migliore“?

Per quanto mi piacerebbe, non credo che sia possibile cambiare la propria personalità lavorando solo a livello razionale. Abbiamo bisogno di concentrarsi dentro di sé e guarire attraverso una profonda esperienza emotiva. Dopo di che, possiamo praticare la consapevolezza e l'azione dal centro del nostro essere. Ci vuole tempo per imparare ad agire così nella vita di tutti i giorni - se per decenni il nostro vero essere non ha avuto alcun contatto con la realtà esterna. Eppure, è possibile. Forse non si può nemmeno immaginare quanta bellezza si possa trovare in se stessi una volta che si inizia a cercare.

 

Articoli correlati:

Come sostenere il tuo calore interiore

Siete critici nei confronti degli altri?

Maturità emotiva

 

Tutti gli articoli 

Coaching online 

"Finché non rendi cosciente l'inconscio, esso dirigerà la tua vita e la chiamerai destino".

- C.G.Jung

Kosjenka Muk

Sono un formatore di Coaching Sistemico Integrativo e un insegnante di educazione speciale. Ho tenuto workshop e conferenze in 10 paesi e ho aiutato centinaia di persone in più di 20 paesi nei 5 continenti (on e offline) a trovare soluzioni per i loro modelli emotivi. Ho scritto il libro “La maturità emotiva nella vita di tutti i giorni” e una serie di libri di lavoro correlati.

Qualche persona mi chiede se faccio anche lavori sul corpo come il massaggio – purtroppo, l’unico tipo di massaggio che posso fare è strofinare il sale nelle ferite. 😉

Solo scherzando, in realtà sono molto gentile. La maggior parte delle volte.

nuovi posti

seguici su facebook

Diventa un Allenatore Sistemico Integrativo

La formazione di Coaching Sistemico Integrativo permette di aiutare gli altri a risolvere i loro modelli relazionali ed emotivi, liberando le credenze limitanti e integrando le qualità perdute e l'identità perduta.

Coaching online per singoli e coppie

Il Coaching Sistemico Integrativo può aiutarvi in diversi ambiti della vita in cui vi sentite bloccati, provate emozioni spiacevoli e auto-sabotaggio.

contatto

info@mentor-coach.eu

+385 98 9205 935
kosjenka.muk
© 2022
Coaching sistemico integrativo
Sito web sviluppato Danijel Balaban - Web Development Agency & Design Company
it_ITItaliano

Appy per diventare un trainer

Diventa un Allenatore Sistemico Integrativo

La formazione di Coaching Sistemico Integrativo permette di aiutare gli altri a risolvere i loro modelli relazionali ed emotivi, liberando le credenze limitanti e integrando le qualità perdute e l’identità perduta.