Questa è una dimostrazione del metodo "GoalWalk" del 2° modulo di Coaching Sistemico Integrativo. GoalWalk è un approccio che usa l'immaginazione del cliente per attivare le risorse subconsce e riconoscere gli ostacoli emotivi inconsci al raggiungimento di un obiettivo. Questo approccio è principalmente diagnostico, quindi durante questo processo ci concentriamo principalmente sulla raccolta di informazioni piuttosto che sulla soluzione dei problemi, che viene dopo.

La trascrizione è stata fatta nel maggio 2020 durante una formazione online. Kosjenka ha chiesto se qualcuno avesse un obiettivo relativamente semplice in modo da poter mostrare al gruppo i passi fondamentali per l'esercizio. Ma, naturalmente, raramente qualcosa è così semplice ...

ELLA

È un obiettivo molto specifico. Non sono sicuro che vada bene per questo tipo di manifestazione. Voglio pagare i miei debiti.

KOSJENKA

Perché no, vediamo. Chiudete gli occhi, per favore. Prima di concentrarci sul tuo obiettivo, per favore controlla in quale direzione senti il tuo futuro.

ELLA

È davanti a me a destra.

KOSJENKA

Diagonalmente?

ELLA

Sì.

KOSJENKA

Pensate all'obiettivo di pagare i debiti, e controllate in quale direzione sentite il raggiungimento di questo obiettivo.

ELLA

All'inizio va a destra e poi gira a sinistra e disegna un cerchio. Come un lazo.

KOSJENKA

Questo è interessante. Cosa pensi che possa significare, Ella? Forse significa semplicemente che devi fare una deviazione per tornare alla posizione di partenza, o forse significa qualcos'altro.

ELLA

È come se quando cammino verso quella meta non tornassi allo stesso punto perché la meta è più vicina ora, ma è come se dovessi passare attraverso quel cerchio di lazo per continuare.

KOSJENKA

In generale è interessante notare se il futuro in cui il cliente raggiunge l'obiettivo è allineato con il senso generale del futuro. Ne parleremo più tardi. Entriamo nel merito, Ella. Concentratevi su Ella che ha pagato i suoi debiti nel futuro. Concentrati nella tua mente sul primo passo in quel futuro. Come ti senti su quel passo, o forse cosa vedi su quel passo?

ELLA

Mi vedo con le braccia spalancate, sono rivolto verso il sole e sto sorridendo e sono calmo.

KOSJENKA

Ottimo. Nella vostra mente, fate quel primo passo. Immaginate di fare un passo nel futuro. I fisici dicono che il tempo è una dimensione dello spazio. Si potrebbe dire che in questo modo rendiamo il tempo una dimensione dello spazio mentalmente. Immaginate di essere un passo nel futuro, cosa succede in questo passo, cosa fate?

ELLA

Mi guardo intorno e non so cosa fare di me stesso.

KOSJENKA

Esplora questa sensazione. Puoi descrivere ancora un po' cosa ti fa sentire che non sai cosa fare di te stesso?

ELLA

Sono in un posto completamente nuovo, mi sento come se stessi girando in cerchio. Questo è qualcosa di nuovo per me. Sento un po' di paura e di ansia. Non so dove andare, in che direzione andare. Questo è così nuovo per me che non so cosa fare con me stesso.

KOSJENKA

Di cosa avete paura? Non deve essere nessuna paura logica o realistica, a proposito.

ELLA

La paura è come se la mia vita stesse per finire. Ho paura di fare un altro passo. Non so dove andare, cosa fare.

KOSJENKA

Hai paura di essere libero dal debito, o hai paura di qualcosa che devi fare per pagare il tuo debito, o qualcos'altro?

ELLA

È più una paura di quella situazione in cui ho già pagato il mio debito.

KOSJENKA

Cosa ti preoccupa del pagamento dei tuoi debiti? Forse saresti troppo libero? Forse avresti troppi soldi? Forse saresti in grado di sentirti bene con te stesso? O forse, per qualsiasi motivo, è normale per te sentirti in debito? O forse qualcosa di molto diverso.

ELLA

Sento di non credere che raggiungere questo obiettivo sia possibile, e sento di non conoscere quella realtà in cui ho pagato quei debiti. Questo è completamente nuovo. Inoltre, forse ho paura che guadagnerei troppa libertà e non saprei cosa farne.

KOSJENKA

Questo è un bell'esempio di ciò che Yvonne ha chiesto prima, un obiettivo che cambia durante l'esercizio. Ella, esprimi un desiderio, come vuoi sentirti in questo contesto?

ELLA

Vorrei sentirmi libero e vorrei sapere come usare questa libertà. E sentirmi al sicuro.

KOSJENKA

Ottimo. Quale di questi tre obiettivi per primo? Hai bisogno di libertà per sentirti sicuro o hai bisogno di sicurezza per sentirti libero?

ELLA

Ho bisogno di sentirmi al sicuro per sentirmi libero.

KOSJENKA

Quindi la sicurezza viene prima, poi la libertà e poi, immagino, sapere cosa fare con quella libertà. O forse bisogna prima sapere cosa fare con la libertà, in modo da potersi permettere di essere liberi?

ELLA

Penso che appena mi sentirò sicura la libertà arriverà facilmente, e quando arriverà saprò cosa farne.

KOSJENKA

Quindi sicurezza, poi libertà, poi sapere cosa fare con la libertà dovrebbe essere facile, e poi puoi pagare i tuoi debiti. Una domanda a margine: essere in debito ti fa sentire in qualche modo più sicuro? So che non suona molto logico, ma la logica emotiva è spesso diversa dalla logica intellettuale.

ELLA

Sì, in qualche modo mi sento più sicuro in questa realtà, quando ho dei debiti perché è familiare.

KOSJENKA

Forse i tuoi genitori erano spesso in debito, o qualcosa del genere?

ELLA

No, ma in realtà quando ero già adulto, mio padre vinse un sacco di soldi in una roulette, o in qualche altro gioco del genere, ma aveva così paura di quello che sarebbe successo se se ne fosse andato con quei soldi, pensava che avrebbe potuto farsi male per questo. Si spaventò così tanto che perse immediatamente tutto. Questo accadde poco prima della sua morte. In quel momento perse tutto quello che aveva.

KOSJENKA

Quindi potrebbe essere la paura del denaro, o la paura della libertà, potrebbe essere interessante da esplorare in qualche passo successivo. Per ora, concentrati sul primo obiettivo, la sicurezza. Quanto è lontana Ella nel futuro che si sente sicura?

ELLA

È difficile da dire. Penso che siano cinque passi, ma potrebbero essere di più perché è piccola, ma sembrano cinque passi.

KOSJENKA

Concentrati di nuovo sul primo passo. Come ti senti?

ELLA

Non so, mi sembra di essere in una foresta o in un giardino dove posso vedere un po' di sole, ma sta arrivando attraverso le foglie quindi è buio, ma c'è il sole da qualche parte là fuori.

KOSJENKA

Questa è solo una diagnostica; non esploreremo tutto in dettaglio adesso. Ci torneremo più tardi, se siete miei clienti. Per ora, fate semplicemente un passo nel futuro e notate: siete fuori dalla foresta o siete ancora nella foresta?

ELLA

Ora sono fuori dalla foresta, sono nello spazio aperto, c'è molto sole qui. Sono un po' in mezzo alla foresta, posso vedere che c'è una foresta dietro di me e una davanti a me, ma sono in uno spazio aperto. Ma allo stesso tempo, sento che posso sempre fare una svolta, posso cambiare direzione, posso andare verso il campo e stare al sole.

KOSJENKA

Grande, si possono trovare molte metafore interessanti in questo lavoro. Sono curioso, cosa significherebbe cambiare direzione, forse una parte di te vorrebbe evitare di andare avanti, cosa ne pensi, Ella?

ELLA

Vorrei cambiare la direzione qui, vorrei andare verso il campo, il campo giallo, lì crescono dei grani. Non c'è un sentiero, ma vorrei andare lì.

KOSJENKA

Controlla: in una direzione c'è un campo soleggiato e nell'altra direzione c'è il tuo desiderio di sicurezza, ma significa che devi attraversare una foresta. Forse c'è una parte di te che vuole andare in sicurezza e un'altra parte di te che preferirebbe rimanere dove è bello, o vedi un'altra strada che potresti prendere?

ELLA

Posso vedere che sto cercando di deviare da questo sentiero che mi porta alla sicurezza. In realtà preferirei andare di nuovo in quella foresta perché vedo che sto cercando di evitarla, ma questo desiderio di raggiungere la sicurezza è più forte in me. Davvero, vorrei arrivarci prima.

KOSJENKA

Ottimo. Riconosci solo una parte di te che preferirebbe fare una deviazione, che preferirebbe non continuare. Quanti anni ha quella parte di te?

ELLA

Ottengo due risposte. La prima risposta è un anno e mezzo e la seconda è 3 anni.

KOSJENKA

Ottimo. Quindi due convinzioni forse, due parti con cui lavorare un po' di tempo dopo. Per ora abbracciateli semplicemente, prendete le loro mani e incoraggiateli, dite loro che state andando verso qualcosa di meglio e che non sarà troppo difficile. Come rispondono?

ELLA

Ho preso la più piccola in braccio e mi sta abbracciando il collo ed è alla mia sinistra e la più grande, la più grande, è alla mia destra e mi guarda con fiducia.

KOSJENKA

Mentre amate e proteggete quelle due bambine fate un altro passo. Sentite o notate cosa sta succedendo su quel passo.

ELLA

Era un po' strano, perché ho fatto una specie di salto attraverso la foresta. Non è stato un passo lungo, ho saltato attraverso di essa, era come ... foresta. Ho saltato attraverso di essa e dietro la foresta c'è uno spazio aperto senza fine, c'è il sole ed entrambe le ragazze sono cresciute, non sono io, una è come un'adolescente e l'altra è una donna adulta. Posso vedere un cuore e ci sono arcobaleni che escono dal cuore, molti colori.

KOSJENKA

Dov'è il cuore? Davanti a te, dentro di te...?

ELLA

Davanti a me.

KOSJENKA

Se si fa un passo avanti, si entra nel cuore o è un po' più lontano?

ELLA

Un passo è sufficiente. Ora sono nel centro, sono dentro quel cuore. Sono nel centro del cuore e l'arcobaleno mi circonda, esce anche da questo centro.

KOSJENKA

Grande, eccellente. Sentite semplicemente l'energia emozionale nel centro di questo cuore e l'arcobaleno.

ELLA

È la sensazione di felicità assoluta. Felicità senza fine.

KOSJENKA

Meraviglioso. Lasciate che la felicità scorra nel vostro corpo. Lascia che la felicità scorra attraverso le parti più giovani di te. Come sarebbe la vita in questo stato di felicità?

ELLA

Incredibile.

KOSJENKA

Da questa felicità, immaginate di ricordare Ella dal passato dove abbiamo iniziato. Forse non troppo tempo fa. Ella che vorrebbe pagare i suoi debiti ma che in qualche modo si sente sicura di essere in debito. Da questo stato di felicità del cuore e dell'arcobaleno, cosa vorresti dire a quella Ella?

ELLA

Vorrei darle la mano e dirle: Vieni, vieni qui!

KOSJENKA

Portate questa felicità con voi, prendete questa sensazione ed energia di felicità e tornate dolcemente al tempo presente. Come ti senti ora nel sentirti al sicuro e nel pagare i tuoi debiti?

ELLA

Sembra così semplice.

KOSJENKA

Si. In realtà, molte cose nella vita sono semplici se non ci fossero così tante emozioni e credenze passate che ci sabotano. Grazie mille, Ella.

ELLA

Grazie mille. È stato incredibile. Sento di aver fatto un grande passo. Potrebbe essere stato il passo più grande della mia vita.

KOSJENKA

Meraviglioso!

ELLA

Ho capito molto, emotivamente. Non so spiegarlo, ma ho la sensazione che molti problemi siano stati risolti durante questa sessione.

KOSJENKA

Ottimo. Grazie per questo feedback.

ELLA

Grazie mille.

Commento: Questa era una versione meno comune di Goalwalk; attraverso immagini metaforiche. Seguiamo ciò che il cliente ci dice e lavoriamo con esso. Ella ha creato spontaneamente delle metafore visive, ma non è una parte necessaria del lavoro. Controlliamo ad ogni passo cosa sta succedendo al cliente, quali informazioni stanno emergendo. Ritorniamo più tardi a ciò che è importante per lavorarci in profondità. Il cliente non sarà sempre consapevole di tutte le informazioni che arrivano dal subconscio, ma può segnalarle non verbalmente; perciò è importante monitorare e rispondere ai segnali non verbali. Allo stesso tempo, questo processo aiuta il cliente a costruire risorse e motivazione, come l'ultima parte della dimostrazione con Ella ha ben mostrato.

Articoli correlati:

Relazione tra un terapeuta e un cliente

Trascrizione: Risolvere un conflitto interiore complesso

Terapia con ex soldati e veterani di guerra

Tutti gli articoli 

Coaching online 

"Finché non rendi cosciente l'inconscio, esso dirigerà la tua vita e la chiamerai destino".

- C.G.Jung

Kosjenka Muk

Sono un formatore di Coaching Sistemico Integrativo e un insegnante di educazione speciale. Ho tenuto workshop e conferenze in 10 paesi e ho aiutato centinaia di persone in più di 20 paesi nei 5 continenti (on e offline) a trovare soluzioni per i loro modelli emotivi. Ho scritto il libro “La maturità emotiva nella vita di tutti i giorni” e una serie di libri di lavoro correlati.

Qualche persona mi chiede se faccio anche lavori sul corpo come il massaggio – purtroppo, l’unico tipo di massaggio che posso fare è strofinare il sale nelle ferite. 😉

Solo scherzando, in realtà sono molto gentile. La maggior parte delle volte.

nuovi posti

seguici su facebook

Diventa un Allenatore Sistemico Integrativo

La formazione di Coaching Sistemico Integrativo permette di aiutare gli altri a risolvere i loro modelli relazionali ed emotivi, liberando le credenze limitanti e integrando le qualità perdute e l'identità perduta.

Coaching online per singoli e coppie

Il Coaching Sistemico Integrativo può aiutarvi in diversi ambiti della vita in cui vi sentite bloccati, provate emozioni spiacevoli e auto-sabotaggio.

contatto

info@mentor-coach.eu

+385 98 9205 935
kosjenka.muk
© 2022
Coaching sistemico integrativo
Sito web sviluppato Danijel Balaban - Web Development Agency & Design Company
it_ITItaliano

Appy per diventare un trainer

Diventa un Allenatore Sistemico Integrativo

La formazione di Coaching Sistemico Integrativo permette di aiutare gli altri a risolvere i loro modelli relazionali ed emotivi, liberando le credenze limitanti e integrando le qualità perdute e l’identità perduta.